Unghie del gatto: tagliarle si o no? Cura e a cosa servono

La cura delle unghie nel gatto è una pratica comune che fa parte della sua toeletta. I mici, oltre a farsi le unghie sui tiragraffi o divani per lasciare l’odore e curarle, tendono a pulirle da soli, mordendole e staccando piccoli pezzetti di cheratina. Farsi le unghie è dunque un rituale normalissimo per il gatto e di importanza fondamentale. Spesso i proprietari di gatti si chiedono se sia normale o consentito tagliare le unghie del micio. A questo proposito va fatta una distinzione molto importante.

Unghie del gatto tagliarle o no?

Molti padroni di gatti tagliano le unghie del felino per evitare che questo rovini divani, letti e mobili grattandole ovunque. In realtà una legge recente vieta di tagliare troppo le unghie degli animali ma è invece consentito spuntarle. Spuntarle significa togliere solo la puntina, quella affilata, lasciando inalterata l’unghia. Questo può essere valido se il micio vive in appartamento e non potendo uscire non ha modo di grattare le unghie. Le unghie nel gatto, infatti, sono assolutamente importanti per la toeletta e la loro pulizia, senza contare che esse rappresentano l’unica difesa che hanno dal nemico. Quando i gatti si fanno le unghie, riescono a togliere tutta la sporcizia e rimuovere così i peli morti anche nel manto. È grazie alle unghie che il micio è in grado di provvedere alla pulizia, eliminando tutti i residui dal pelo e le incrostazioni. Tagliando troppo le unghie del micio, vorrebbe dire creargli delle difficoltà nella pulizia quotidiana, ma anche renderlo più vulnerabile agli attacchi di potenziali nemici. Le unghie del gatto lo aiutano ad arrampicarsi e saltare, atti che il micio compie spessissimo in casa quando, ad esempio, tenta di salire sui ripiani della cucina, sui davanzali etc.

Come tagliare le unghie dei gatti

Se proprio diventa necessario tagliare l’unghia del micio perché non fa altro che rovinare divani e mobili, è consentito spuntare le unghie con un tronchesino. Questa pratica va fatta quando il gatto è tranquillo e con molta calma. Basta prendere la zampetta del gatto e premere i cuscinetti per far uscire l’unghia, dopodiché tagliare solo la puntina, stando molto attenti a lasciare intatta l’unghia e non ferire il micio. Se il gatto si mostra scocciato è meglio lasciar perdere e provare in seguito.

0 comments on “Unghie del gatto: tagliarle si o no? Cura e a cosa servonoAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *