cat-707744_640

Perché il gatto morde le dita: motivazioni del gesto

Perché il gatto morde le dita? Molti padroni di felini, si ritrovano spesso a chiedersi il perché di questo strano comportamento del micio. Capita, a volte, che il gatto morde il padrone quando viene accarezzato e sono proprio le dita ad essere colpite. Non si tratta ovviamente di morsi pericolosi bensì è come un blocco leggero che il micio compie con la bocca in modo da fermare le dita. Non è neppure raro che mentre il gatto mordicchia il proprietario faccia le fusa. Questo fatto conferma che le intenzioni del felino non sono bellicose. In sostanza mentre il micio ci more le dita, intento a bloccarle durante l’accarezzamento, si sente felice e appagato.

Il gatto che morde le dita quando lo accarezziamo

Secondo gli esperti dietro il comportamento del micio che mordicchia le mani quando tentiamo di accarezzarlo ci sono varie motivazioni. Da un lato il gatto vuole essere accarezzato, desidera le coccole ma a modo suo. In sostanza il morsetto è un atto istintivo, un riflesso del gatto che vuole gestire la situazione mordendo le dita del padrone. Vuole semplicemente dire “ ok coccolami ma decido io come”. Altre motivazioni alla base del morso del gatto risiede in uno stimolo a carattere neurologico che per il gatto è come un atto piacevole. Quando morde, infatti, raramente stringe i denti sulle dita, piuttosto è un morsetto leggerissimo quasi voluto. In altri casi si pensa che il gatto mordendo leggermente le dita del padrone voglia semplicemente confondere le idee, in caso non abbia ancora rapporti stretti con il proprietario.

Se invece si nota che il morso del gatto è molto aggressivo, tanto da ferire è opportuno indagare con il veterinario le motivazioni alla base del gesto, infatti se il micio morde per far male probabilmente è rimasto traumatizzato da qualcosa e vede l’uomo come un nemico. E’ opportuno quindi procedere con delle terapie comportamentali.

0 comments on “Perché il gatto morde le dita: motivazioni del gestoAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *