Comportamento del gatto offeso: cosa fa e come capirlo

E’ assolutamente vero, anche i gatti si possono offendere e basta un po’ di osservazione per rendersi conto che i nostri amici a 4 zampe sono arrabbiati con noi per qualche motivo. Essendo animali particolarmente sensibili e con sentimenti ricettori, i gatti hanno l’innata capacità di assorbire i sentimenti del padrone. Se sismo tristi, stressati, arrabbiati etc, anche il gatto potrebbe sentirsi così. Se capita che sgridiamo il gatto perché si è fatto le unghie sul divano o per altri motivi, il gatto si sentirà piuttosto disorientato. Non è un caso che spesso scappa con le orecchie abbassate. Ma in quali casi il gatto si offende e come reagisce?

Gatto offeso cosa fa

Il gatto può arrabbiarsi con noi magari perché siamo rimasti fuori casa per tante ore. In quel caso, potrebbe reagire con un po’ di freddezza ed evitare le fusa o sembrare indifferente. Al contrario se viene sgridato per qualunque altro motivo, non reagisce con l’offesa piuttosto con gesti di sottomissione. Ad esempio, se sgridiamo il micio perché graffia i divani lo vedremo voltare le spalle e andarsene ad orecchie basse o sembrare del tutto indifferente.

In realtà il gatto sta per dirci che non vuole creare un conflitto e preferisce andar via che affrontarci. E’ un modo di reagire piuttosto comune, non guardarci e andar via. In altri casi, addirittura il micio potrebbe reagire portandoci in regalo piccole prede. Quante volte vi sarà capitato, soprattutto se il micio esce di casa, di ritrovarvi un topino morto, un uccellino o una lucertola? Il gatto lo fa per farsi perdonare e quello rappresenta uno dei modi che ha. Ovviamente per ringraziarlo a nostra volta del dono, nonostante non sia bello ritrovarci un altro animaletto morto in casa, dovremmo accarezzarlo e fargli capire che è tutto apposto. Insomma i gatti non tengono il muso per troppo tempo e il suo di fare l’offeso è abbastanza peculiare.

0 comments on “Comportamento del gatto offeso: cosa fa e come capirloAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *