Alimentazione del gatto: meglio il cibo fatto a casa o quello industriale?

 

L’alimentazione del gatto ci porta spesso a pensare se sia meglio alimentarli con il cibo industriale o con quello fatto in casa. Molti proprietari di gatti pensano che il cibo cucinato a casa sia migliore di quello nelle scatolette. In realtà su questo è necessario fare un appunto. Le crocchette e l’umido sono pensati proprio per apportare tutte le necessarie vitamine per i nostri amici a 4 zampe, cosa che il cibo fatto a casa non sempre fa.

Meglio il cibo industriale o quello home made?

Non c’è nulla di sbagliato a dare al gatto degli avanzi di pollo, un po’ di pesce cotto, carne di manzo e qualsiasi tipo di cibo preparato da noi ma non deve essere una regola, in quanto il cibo fatto a casa non è correttamente bilanciato come quello industriale. Le scatolette di umido o il cibo secco sono cibi preparati seguendo tutte le regole e si basano su tutti i nutrienti di cui il gatto ha bisogno. Nelle crocchette, ma anche nell’umido, sono presenti carne, pesce, ma anche verdure e vitamine che noi non potremmo dare in una sola volta al nostro pet. Ovviamente c’è cibo e cibo; anche in quello industriale bisogna saper scegliere uno di buona qualità, sempre rispettando il rapporto qualità prezzo. Insomma, il cibo industriale è bilanciato e completo e quindi, per una dieta quotidiana, è altamente consigliato darlo ai nostri amici gatti.

I cibi come il secco o le scatolette hanno maggiore durabilità, si conservano meglio e sono ricchi di vitamina E. inoltre, bisogna considerare che sono anche pratici nella vita di tutti i giorni. In sostanza, va bene dare al gatto un po’ di cibo fatto a casa, che sia carne o pesce, ma è necessario non alimentarlo solo di quello e abbinare sempre le crocchette o l’umido per la salute del nostro pet.

0 comments on “Alimentazione del gatto: meglio il cibo fatto a casa o quello industriale?Add yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *